Descrizione & motivazioni

In questi mesi particolarmente difficili per tutti, l'emergenza Coronavirus ci ha reso ancora più consapevoli di quanto sia fondamentale tutelare i pazienti immunodepressi, garantendo loro la continuità delle cure al riparo da situazioni in cui un eventuale contagio potrebbe avere conseguenze fatali.

Chi è passato per le camere sterili, ha combattuto la malattia aggrappandosi alla vita, ed ha lottato ogni giorno vivendo un isolamento forzato ha tanto da insegnarci oggi.

Chi ha visto un familiare, un amico, una persona cara sa quanto sia importante non esporsi e non prendere neanche un colpo di vento.

E mentre i giorni di paura collettiva sembrano essere alle spalle, mentre la circolazione delle persone vede via via diminuire le restrizioni e lentamente si cerca di tornare alla normalità, chi lotta contro un tumore del sangue, ora più di prima, non può permettersi di correre rischi.

È in questo nuovo scenario che emerge l’importanza dei servizi che AIL, l'Associazione Italiana contro le leucemie, i linfomi e il mieloma, porta avanti, ogni giorno, da 50 anni, per garantire ai malati onco-ematologici cure e assistenza anche a casa.

Il Coronavirus ha obbligato i pazienti onco-ematologici ad una permanenza forzata in casa, ma con un grandissimo sforzo l'AIL è riuscita a dare continuità alle cure, anche a domicilio, grazie all'impegno di infermieri e medici specializzati.

Ogni anno più di 7500 pazienti vengono seguiti ed aiutati da AIL nella loro lotta contro la malattia, sostenuti nella loro battaglia, con un investimento di più di 8 milioni di euro l’anno.

Aiutaci a sostenere questa grande attività di supporto quotidiano, ancora più importante in questo periodo.

Cosa ti chiediamo per aiutarci ad affrontare questo momento così delicato? DONA!

Con 20 EURO possiamo garantire il trasporto dei medicinali per un paziente curato a casa.

Con 50 EURO possiamo garantire l’assistenza medica e infermieristica del paziente.

Con 100 EURO possiamo garantire servizi supplementari come il supporto psicologico per i pazienti più fragili.

Con 250 EURO possiamo garantire tre giornate di lavoro di un infermiere specializzato in reparto.

Non fermarti alla donazione, coinvolgi quante più persone possibile e aiutaci a raggiungere l'obiettivo di raccolta al più presto!

Video

Categoria

istituzionale