Descrizione & motivazioni

AIL, per la prima volta dopo 26 anni, non potrà scendere in piazza per la vendita delle sue Uova di Pasqua, primaria fonte di finanziamento per l’associazione, e molte delle attività che supporta sono a rischio per mancanza di fondi.

In più, proprio in questo momento, chi lotta contro un tumore del sangue rischia tantissimo. Di conseguenza, l’impegno di AIL deve aumentare.

Chi ha avuto un familiare, un amico, una persona cara con basse difese immunitarie a causa della malattia, sa quanto sia importante non esporsi e non prendere neanche un colpo di vento. La diffusione del Coronavirus rende ancora più importanti i servizi di supporto quotidiano che l’Associazione offre ai pazienti onco-ematologici.

Dentro ogni uovo di Pasqua AIL c’è da sempre il sostegno alla ricerca, il finanziamento ai centri ematologici, l’assistenza domiciliare gratuita ai pazienti. Adesso però, migliaia di persone rischiano di veder tagliati questi servizi.

Per questo, contiamo sul tuo aiuto, perché anche restando a casa puoi salvare la ricerca e dare una mano ai pazienti ematologici.

Cosa ti chiediamo per aiutarci ad affrontare questa emergenza?
Fai una donazione o cerca di coinvolgere nell’iniziativa quante più persone possibile!

Grazie.

Video

Categoria

gruppo-di-volontari